Girls Girls Girls #2 Compagnia Container
Girls Girls Girls #2 Compagnia Container
A_Mantide, Maurizio ArgÓn, Spazio corpo e potere, Spazio Tadini
A_Mantide, Maurizio ArgÓn, Spazio corpo e potere, Spazio Tadini

PROSSIMAMENTE


ATTENZIONE: LO SPETTACOLO A_MANTIDE di e con Maurizio ArgÓn, Teatro della Centena di Rimini,  previsto per Sabato 15 e domenica 16 dicembre 2012 E' RIMANDATO, CAUSA NEVE/  TRASFERTA DELLA COMPAGNIA EMILIANA, A VENERDý 25 E SABATO 26 GENNAIO 2013.

...

DOMENICA 16 DICEMBRE 2012  ore 20:00    
SPAZIO, CORPO E POTERE
Performance
Girls, Girls, Girls #2




MERCOLEDI' 19 DICEMBRE 2012  ore 20:30    
SPAZIO, CORPO E POTERE
Performance
Paesaggio di una battaglia (conversazione)
Container teatro - massimo 20 spettatori -

...

GIOVEDI' 20 DICEMBRE 2012  ore 20:30    
SPAZIO, CORPO E POTERE
Performance
Paesaggio di una battaglia (conversazione)
Container teatro - massimo 20 spettatori -

  • Teatro Crippa
    TEATRO

    "Un uomo attraversa uno spazio vuoto, un altro lo osserva, giÓ questo Ŕ teatro..."
    The Empty Space, Peter Brook                        
                               

  • Elena Molon Coreografia d'Arte 2009
    DANZA

    "Io crederei solo ad un dio che sapesse danzare... Su, uccidiamo lo spirito di gravitÓ! Ora sono leggero, ora volo, ora mi vedo sotto di me. "Nietzsche


  • MarieConcerto
    MUSICA

    "La musica Ŕ il solo passaggio che unisca l'astratto al concreto..." Antonin Artaud  "La musica esprime ci˛ che non pu˛ essere detto e su cui Ŕ impossibile rimanere in silenzio..." Victor Hugo


MERCOLEDI' 19 E GIOVEDI' 20 DICEMBRE 2012 - ore 20:30 -
Stagione Spettacoli Spazio Tadini 2012/2013
SPAZIO, CORPO E POTERE


PAESAGGIO DI UNA BATTAGLIA (Conversazione) - Performance
di Container Teatro
massimo 20 spettatori: obbligatoria la prenotazione federicapaola@spaziotadini.it

container teatro, Paesaggio di una battaglia, conversazione performance, Spazio Tadini
Quali meccanismi vengono utilizzati per la costruzione degli stereotipi di genere, quali fragilitÓ utilizzate e ostentate, quali conflitti entrano in campo tra il punto di vista maschile e quello femminile quando veniamo interrogati su temi come la paura, la gioia, la violenza, il sesso?  Chi Ŕ soggetto consumatore oggi, chi Ŕ oggetto consumato? Quali sono stati nel nostro paese i condizionamenti, le distorte sovrastrutture mentali, le paure instillate da un uso repressivo della religione e della politica? Come cambia la nostra opinione personale quando ci confrontiamo con gli altri? Cosa si prova quando ci si confronta con un altro sguardo?

Di e con: container teatro

Produzione:  fattore k e container
DOMENICA 16 DICEMBRE 2012 - ore 20:30 -
Stagione Spettacoli Spazio Tadini 2012/2013
SPAZIO, CORPO E POTERE


GIRLS, GIRLS, GIRLS #2
Performance di e con Container Teatro

massimo 20 spettatori: obbligatoria la prenotazione federicapaola@spaziotadini.it
SABATO 15 E DOMENICA 16 DICEMBRE 2012 - ore 20:45 -
Stagione Spettacoli Spazio Tadini 2012/2013
SPAZIO, CORPO E POTERE


A_MANTIDE
Teatro della Centena di Rimini di e con Maurizio ArgÓn

Maurizio ArgÓn, AMantide, Spazio TadiniMaurizio ArgÓn, AMantide, Spazio Tadini

SPAZIO, CORPO E POTERE

presenta

A_mantide /monologo d’augurio al pasto#2

Una crasi linguistica solo apparente, che in realtÓ svela – in scena e, di conseguenza, in platea – la duplice veste dell’amore: vittima e carnefice. “A_mantide (monologo d’augurio al pasto)” oscilla tra le infinite sfaccettature del concetto di coppia: energia, consapevolezza, unione, separazione, attesa e frattura.

“╚ tremenda la specie umana, terribilmente bella – racconta l’interprete e autore della piŔce -. Sorprendente. Una specie che travolge se stessa e che rifonda di volta in volta il suo dio oscuro. Le vittime si misurano sempre con l’ombra della loro stessa luce. Uomini e donne, esercitati ferocemente dall’amore che uccidono per caso o necessitÓ, per paura, per punirsi o per redimersi, per fretta, per capriccio o per rabbia. Ma chi Ŕ innocente? Colui che muore, certo. E il carnefice? L’omicida, ovvio!”.

“A-mantide (monologo d’augurio al pasto”) Ŕ uno spettacolo su quanto sia crudele il gioco nelle storie d’amore. Su chi lascia e su chi Ŕ lasciato. E a quanto sia potente il male che le persone si fanno quando le storie finiscono o vivono scontri epocali e dove tutti sono messi sotto giudizio. Una potenza viscerale che spesso diventa angoscia, sacrificio. Anche umano… perchÚ “Sappiamo ci˛ che siamo. Quello che non sappiamo Ŕ cosa potremmo diventare”.

Ŕ un progetto Teatro della Centena, coproduzione ResExtensa in collaborazione con Gruppo Tre (Progetto teatri Abitati una rete del contemporaneo; Regione Puglia, Consorzio teatro Pubblico Pugliese; Comune di Rimini, Istituzione Musica Teatro Eventi).

A_mantide /monologo d’augurio al pasto#2

di e con Maurizio ArgÓn

con lui Amos Lazzarini

responsabile tecnico: Luca Tognacci

foto di scena e ufficio stampa: Alessandro Carli

post produzione foto e grafica: Francesca Garavini

costruzione e ricerca elementi scenici: Amos Lazzarini

registrazioni voci: Mauro Baratti

aiuto regia:  Alessandro Carli e Amos Lazzarini

scene, costumi, regia: Maurizio ArgÓn

MERCOLEDI' 12 DICEMBRE 2012  - ore 20:45 -  Anteprima in forma di Studio aperto al pubblico  ( Il debutto avverrÓ a Gennaio 2013)
GIRLS, GIRLS, GIRLS #2 di e con Giulia Abbate e Fabio Cherstich - Compagnia Container

Girls Girls Girls #2

SPAZIO, CORPO E POTERE

presenta

Girls Girls Girls #2: 

GIRLS GIRLS GIRLS #2, all’interno di Spazio, corpo e potere, esce in forma di Studio aperto per la giornata di mercoledý 12 dicembre 2012, ore 20:45

Domenica 15 dicembre, alle ore 18:30, invece prenderÓ anche la forma di una performance di cui non sveliamo nessun dettaglio perchÚ vi invitiamo a viverla in diretta.

A gennaio 2013 debutterÓ, invece, in forma di spettacolo. A breve comunicheremo le date.

GIRLS GIRLS GIRLS #2

Di Giulia Abbate

Consulenza artistica: Fabio Cherstich

mercoledý 12 dicembre 2012, ore 20:45 – € 8

domenica 16 dicembre 2012, ore 18:30 – € 5

Girls Girls Girls #2


Buono soltanto a consumare, il corpo, Ŕ nello stesso tempo il pi¨ lussuoso dei beni di consumo attualmente in circolazione, la merce-faro che serve a vendere tutte le altre, il sogno finalmente realizzato del pi¨ fantasioso dei commercianti: la merce autonoma che parla e cammina, la cosa finalmente vivente.
Quali meccanismi vengono utilizzati per la costruzione degli stereotipi di genere, quali fragilitÓ utilizzate e ostentate, quali conflitti entrano in campo tra il punto di vista maschile e quello femminile quando veniamo interrogati su temi come la paura, la gioia, la violenza, il sesso? Chi Ŕ soggetto consumatore oggi, chi Ŕ oggetto consumato? Quali sono stati nel nostro paese i condizionamenti, le distorte sovrastrutture mentali, le paure instillate da un uso repressivo della religione e della politica? Come cambia la nostra opinione personale quando ci confrontiamo con gli altri? Cosa si prova quando ci si confronta con un altro sguardo?
Il progetto girls, nasce dall’incontro con il documentario di Lorella Zanardo “Il corpo delle donne”. 
Girls analizza le immagini della televisione, ribalta l’oggetto della rappresentazione, creando un cortocircuito nell’unidirezionalitÓ dell’odierno immaginario.  “Girls Girls Girls”, infatti, a dispetto del titolo, non rappresenta solo lo stereotipo di genere sulla mercificazione televisiva del corpo della donna.  Esso mostra come, in una televisione completamente a servizio degli istinti pi¨ bassi, anche l’uomo non abbia pi¨ solo il ruolo di soggetto consumatore, ma anche quello di oggetto consumato, anche gli uomini diventano delle girls.
VENERDI' 23, SABATO 24 E DOMENICA 25 MARZO 2012 dalle 10:30 alle 16  GIRLS, GIRLS, GIRLS #2 Laboratorio di Drammaturgia di e con Giulia Abbate e Fabio Cherstich - Compagnia Container

Girls Girls Girls #2Girls Girls Girls #2

SPAZIO, CORPO E POTERE

presenta

Girls Girls Girls #2: laboratori, prova aperta, spettacolo

Girls Girls Girls Ŕ uno studio di Giulia Abbate, con la consulenza artistica di Fabio Cherstich e Valeria Talenti e ha debuttato a Maggio 2011 al PIM OFF di Milano. Oggi questo lavoro prosegue, per presentarsi nella sua nuova forma di Secondo Studio, a novembre 2012, a Spazio Tadini. Questa anteprima Ŕ preceduta da una serie di momenti formativi, a cura della compagnia Container, elaborati e gestiti appositamente per il progetto Spazio, corpo e potere. Il progetto Girls Girls Girls nasce dall’incontro con il documentario di Lorella ZanardoIl corpo delle donne”. Girls riflette e analizza le immagini della televisione e cerca un cortocircuito nell’unidirezionalitÓ dell’odierno immaginario. “Girls Girls Girls”, infatti, a dispetto del titolo, non rappresenta solo lo stereotipo di genere sulla mercificazione televisiva del corpo della donna. Esso mostra come, in una televisione completamente a servizio degli istinti pi¨ bassi, anche l’uomo non abbia pi¨ solo il ruolo di soggetto consumatore, ma anche quello di oggetto consumato, anche gli uomini diventano delle girls.

Buono soltanto a consumare, il corpo, Ŕ nello stesso tempo il pi¨ lussuoso dei beni di consumo attualmente in circolazione, la merce-faro che serve a vendere tutte le altre, il sogno finalmente realizzato del pi¨ fantasioso dei commercianti: la merce autonoma che parla e cammina, la cosa finalmente vivente”. Elementi per un teoria della jeune-fille, Tiqqun, Bollati Boringhieri, 2003


I Tappa:
Laboratorio di drammaturgia 2 - 3 - 4 marzo 2012

tenuto da Giulia Abbate e Fabio Cherstich

Rivolto a lavoratori dello spettacolo e non, interessati a partecipare a un percorso intensivo di 3 giornate di lavoro sul tema dello stereotipo di genere.


Un bene di consumo desideri possederlo; vuoi sentirti libero di buttarlo; Ŕ facile ricomprarlo.

E se un bene di consumo fosse un essere vivente?

Se fosse consumato, offerto, scontato, messo in saldo, riciclato, messo fuori catalogo e reso?

Nelle tre giornate di incontro si lavorerÓ su questi temi. Ai partecipanti Ŕ chiesto di portare una raccolta di scritti, immagini, suggestioni a partire dagli argomenti dati e dalla visione del documentario.


Durante le giornate di lavoro si analizzeranno le diverse proposte cercando di trasformarle in materiali drammaturgici che verranno sperimentati nei successivi laboratori per attori e danzatori che si svolgernno sempre a spazio Tadini.


II Tappa:
Laboratorio per attori e danzatori - maggio (date da confermare) 2012

tenuto dagli attori della compagnia Container


III Tappa:
Laboratorio per attori e danzatori 15-16-17-18 maggio 2012

tenuto da Giulia Abbate ed Edy Quaggio


Prenotazione obbligatoria, posti limitati. 

Per Candidarsi ai laboratori mandare C.v e foto a container.teatro@gmail.com indicare nell'oggetto della mail a quale laboratorio si intende partecipare.

ulteriori informazioni sul progetto "Girls Girls Girls" e sui curricula http://www.containerteatro.com

Informazioni e iscrizioni: +39 3476585870 ; container.teatro@gmail.com

VENERDI' 17, SABATO 18 ore 20:45 e DOMENICA 19 FEBBRAIO ore 17 | SPAZIO, CORPO E POTERE: Stagione Spettacoli  2011/2012
"BELLA TUTTA! I miei grassi giorni felici" Spettacolo e Libro di ELENA GUERRINI

Bella Tutta Elena GuerriniBella Tutta Elena Guerrini

TERZO SPETTACOLO DEL PROGETTO SPAZIO, CORPO E POTERE

ELENA GUERRINI con BELLA TUTTA! I miei grassi giorni felici

edito da GARZANTI


LO SPETTACOLO

Autrice-attrice di narrazione e donna anticonvenzionale (nonchÚ felicemente sovrappeso), Elena Guerrini mette in scena con una formula auto-ironica e spiazzante un tema che le sta molto a cuore: la dipendenza femminile dal mito della magrezza, e la conseguente ossessione delle diete. Cosý Ŕ nata la sua protagonista-alter ego Winnie Plitz, sulla falsariga della Winnie beckettiana di Giorni felici. Circondata da un mare di riviste femminili, accanto a sÚ ha una grande borsa dalla quale tira fuori una serie infinita di oggetti, tutti rigorosamente rosa: Barbie-feticcio, occhiali, spazzole, specchi, abat-jour, scarpe e bijoux. Oggetti che le danno identitÓ ma che la condizionano. ź╚ vero che il nero sfina, il rosa ingrassa e i tacchi slanciano?╗, ripete come in un mantra, stretta in un tut¨ fucsia. In un set che fa il verso alla tv trash, Elena Guerrini alterna la battuta all’invettiva, dalla źRosalina che piace grassottina╗ di Fabio Concato ai secchi (e crudeli) dati statistici sul business della bellezza, dalla chirurgia plastica alle diete-capestro. E dalla risata si passa al coinvolgimento emotivo, toccando i tasti segreti di ogni donna. źSiamo descritte dai media come campionesse dell’incastro╗, dice Elena Guerrini. źSempre di corsa dal lavoro alla palestra, su tacchi a spillo 12. Seguendo un modello unico di bellezza, siamo lanciate all’inseguimento della perfezione assoluta. Ma ci crediamo veramente?╗. Lei – divertendo il pubblico - instilla il dubbio, e lancia la parola d’ordine sovversiva: źBella tutta!╗. Compresi i difetti, che ci rendono uniche, irripetibili.


Sullo spettacolo hanno scritto: Vogue Italia, Corriere della Sera, La Repubblica.


Elena Guerrini Autrice, attrice e regista teatrale, Ŕ nata a Manciano, in Maremma, 40 anni fa. Laureata al Dams di Bologna, ha iniziato la sua esperienza artistica nel 1994 con il Teatro della Valdoca. Ha fatto parte della compagnia di Pippo Delbono dal 1997 al 2008: da Barboni (Premio Ubu 1997) a Guerra, Esodo, Gente di plastica e Urlo. Nel cinema ha lavorato con Pupi Avati (Il testimone dello sposo), Giuseppe Bertolucci (Il dolce rumore della vita), Pappi Corsicato (nel cortometraggio I vesuviani) e con il messicano Alfonso Arau, dove Ŕ la cugina cattiva di Mariagrazia Cucinotta nel film:L’imbroglio nel lenzuolo. Da tre anni porta avanti un percorso autonomo tra teatro, scrittura e memoria (Letizia Bernazza, in Frontiere del teatro civile, le ha dedicato un capitolo). I suoi spettacoli, La cucina erotica, performance per uno spettatore alla volta, e Orti insorti – nostalgia ma non solo della civiltÓ contadina, quasi un manifesto ambientalista. Il testo Ŕ pubblicato da Stampalternativa e ha venduto tramite il passaparola dei lettori oltre diecimila copie.


GLI INCONTRI CON IL PUBBLICO DOPO LO SPETTACOLO:
Venerdý 17 febbraio 2012 dopo lo spettacolo (inizio spettacolo ore 20.45, incontro ore 22 circa) a Spazio Tadini incontro/dibattito con il pubblico sul libro e sul monologo con Oliviero Ponte di Pino, critico teatrale e direttore editoriale della Garzanti e con Martina Liveranigiornalista collaboratrice per Vogue Italia. L'incontro si terrÓ a lume di candela perchÚ aderiamo a Mi illumino di meno di Caterpillar.
Sabato 18 febbraio 2012
dopo lo spettacolo: incontro con Mariafrancesca Garritano, ballerina, autrice del libro "La veritÓ vi prego sulla danza". Ex ballerina de La Scala oggi al centro di infinite polemiche, che ha fatto tremare lo storico teatro di Milano con un'intervista shock all’Observer (oltre che con il suo libro/ veritÓ) in cui denuncia e sfata la meravigliosa favola delle ballerine.


CLICCA

Prenotazione obbligatoria, posti limitati. Prenotazioni a federicapaola@spaziotadini.it; ms@spaziotadini.it

SABATO 14 GENNAIO 2012 ore 21 PIGS operazione finale: del maiale non si butta via niente di e con MAURIZIO ARGAN

Maurizio ArgÓn Pigs

teatro della centena/rimini in coproduzione con Resextensa/bari
presenta: PIGS operazione finale: del maiale non si butta via niente
di e con maurizio argÓn
partecipazione in voce mario pesoli
collaborazione al progetto amos lazzarini, alessandro carli, nicola eboli, teresio troll
documentazioni video antonio scardino; mauro baratti
costumi simonetta galassi
ufficio stampa e foto di scena alessandro carli

Con PIGS tentiamo di affrontare il tema della depressione troppo spesso scambiata e curata come malattia mentale. La depressione Ŕ una patologia dell'umore caratterizzata da un insieme di sintomi cognitivi, compartimentali, somatici ed affettivi che, nel loro insieme, sono in grado di mininuire in maniera da lieve a grave il tono dell'umore, compromettendo il 'funzionamento' di una persona, nonchŔ le sue abilitÓ ad adattarsi alla vita sociale. La depressione non Ŕ quindi, come spesso ritenuto, un semplice abbassamento dell'umore, ma un insieme di sintomi pi¨ o meno complessi che alterano anche in maniera consistente il modo in cui una persona ragiona, pensa e raffigura se stessa, gli altri e il mondo esterno. La depressione Ŕ associata ad ideazioni di tipo suicida o autolesionista, e quasi sempre si accompagna a deficit dell'attenzione e della concentrazione, insonnia, disturbi alimentari, estrema ed immotivata prostrazione. La depressione Ŕ quello stato psicofisico in cui non hai voglia di esistere, Ŕ quello stato in cui tutto ti costa fatica anche il p¨ semplice dei gesti.

Pigs Ŕ un gradito e desiderato ritorno a Spazio Tadini, dove Ŕ stato, a giugno scorso, con la fase precedente dello spettacolo, Pigs, seconda operazione: la salatura, per la prima volta a Milano. Per ulteriori informazioni sullo spettacolo e su Maurizio ArgÓn: http://teatropigsargan.wordpress.com

Maurizio ArgÓn sarÓ ospite del ciclo di spettacoli di Spazio Tadini anche con un secondo spettacolo, A_MANTIDE, in anteprima nazionale, il 27 ottobre 2012.

CLICCA

Prenotazione obbligatoria, posti limitati. Prenotazioni a federicapaola@spaziotadini.it; ms@spaziotadini.it

MERCOLEDI' 14 DICEMBRE 2011 ore 21 ELISABETTA SALVATORI e la storia di Dino Campana

Elisabetta Salvatori Viola

Prima protagonista della stagione spettacoli 2011/2012 Ŕ Elisabetta Salvatori che presenta Viola. ╚ la storia della vita di Dino Campana, il "pazzo di Marradi", straordinario autore di pagine di poesia, morto nel 1932, a 46 anni, in manicomio, dopo esservi stato recluso per 14 anni. Il testo dello spettacolo Ŕ costruito su fonti e documentazioni originali. Le musiche, eseguite da Matteo Ceramelli (violino) sono originali, composte appositamente per lo spettacolo.


╔ l’infanzia del poeta, il rapporto difficile con la famiglia, il rifiuto, giÓ nella primissima infanzia, che la madre ebbe di lui.

╔ il rapporto con il Mugello, terra amata e odiata dalla quale partiva per i suoi viaggi, e nella quale trovava rifugio.

╔ il rapporto con i compaesani, e i letterati dell’epoca.

╔ l’unica storia d’amore che ha vissuto, con una donna complicata come lui: Sibilla Aleramo.

Ed Ŕ soprattutto la sua poesia, il suo essere poeta per dare senso a una vita che fu un infinitÓ di calvari.

Chi ama Campana lo trova raccontato con rispetto, chi non lo conosce entra in un mondo commovente, doloroso ma poetico.


Prenotazione obbligatoria, posti limitati. Prenotazioni a federicapaola@spaziotadini.it; ms@spaziotadini.it

Il Festival di Spazio Tadini

COREOGRAFIA D'ARTE
Coreografia D'Arte 2009

Alla sua III░ edizione (nel 2012) il festival Ŕ nato e ha debuttato nel 2009. Per saperne di pi¨ visita il Blog ...

More in

Archivio Danza


GLI EVENTI DI DANZA
raft of medusa

Qui troverete tutte gli eventi di spettacolo relativi alla danza, dal 2007 ad oggi ...

Per ora: ARCHIVIO GENERALE




Archivio Teatro


GLI EVENTI DI TEATRO
Elisabetta Salvatori

Qui troverete tutte gli eventi di spettacolo relativi al teatro, dal 2007 ad oggi ...

Per ora: ARCHIVIO GENERALE

Archivio Musica


GLI EVENTI DI MUSICA
drake

Qui troverete tutte gli eventi di spettacolo relativi alla musica, concerti, cantanti, gruppi e singoli artisti, dal 2007 ad oggi ....

Per ora: ARCHIVIO GENERALE

Credits


Credits

I ...