--pagina in costruzione - nei prossimi giorni maggiori dettagli --
  Pietro Finelli  
   
 

L’immagine è quella che incontri una volta nella vita, ti apre il suo grembo e non
ti abbandona più. Si apre, si chiude, si sviluppa, si attorciglia, è il sogno lungamente
atteso e visto in un brevissimo instante. Devi coglierla e sovvertirla.
Image is the one you meet once in your life, it opens its lap and does not leave you,
for ever.
It opens, it closes, then develops and winds, it’s the dream so long waited and saw
in a very short moment. You have to catch it and overthrow.

Concetti, idee, forme, esposizioni, comunicazioni sono aggiunte a posteriori,
dormono con essa, la quale, unica nella sua potenza, dispiega il suo potere
infinito. Tutto il resto non è che ripetizione.
Concepts, ideas, shapes, communications are added in a second time, they sleep
with it, which, sole in its power, shows its infinite power. The rest is just a repetition.

Lo sguardo obliquo è il coltello di Leibniz, taglia e discetta le infinite piegature
del reale nella monadicità dell’istante unico.
The oblique look is the knife of Leibniz, it cuts and distinguishes the infinite folding
of reality in the monadic of unique instant.

Essere contemporanei significa entrare e uscire contemporaneamente da uno
stato, da un’ebbrezza, da una storia. L’essere con-tempo o fuori-tempo produce,
insieme, una Stimmung (disposizione di spirito), uno stato di contemporaneità
non contemporanea.
To be contemporaneous means come in and out contemporaneously from a condition,
an history, an inebriation. To be with-time or without-time, together, produces a
Stimmung (disposition of wit), a condition of contemporaneity not contemporary.

Raffaello per questa sua sorta d’essere dentro e fuori questa contemporaneità
(sua/nostra) produce un massimo di reattività, dalle infinite implicazioni, è oltre
e sulla superficie, in lui l’immagine perde il suo carattere di forma, collocandosi
nella zona che è appena più sotto e appena più sopra del reale!
Raffaello for his condition to be inside and outside this contemporaneity (his/our) producing
a reactivity, multiples implications, he is beyond and on surface (layer); with
him the image looses its character of form, placing in an area that is just beneath and
upon the reality.

Pietro Finelli

 
 
 

Biografia

 

Pietro Finelli  (1957) . Artista e curatore, vive e lavora a Milano.

 

Mostre personali (dal 2003):

 

2003  Galleria Il Pontecontemporanea, Roma

    Fondazione Culturale Italosvedese, Venezia
    Galéria Arcimboldo, Buenos Aires

2004  Annovi ArteContemporanea/Rocca dei Bentivoglio, Bazzano (cat.)

          Brunnenburg, Tirol

2005  Museo Castel Nuovo, Napoli (cat.)

    Fundacion Federico Jorge Klemm, Buenos Aires (cat.)

          Unibo Università Bologna Buenos Aires

2006  Loos, BaseB, Milano

2007  The creative mind reader, MC Gallery, New York

2008  Calpestare, Velan Centre for Contemporary Art, Torino

 

Collettive:

 

2003  Opera provvisoria, Collegio Cairoli Università di Pavia (cat.)

          Bridges of art, Galleria Il Ponte Contemporanea (cat.)

          Yellow Pages, Turm Gallery, Helmstedt Germany (cat.)

          Yellow Pages, Kunsthalle Palazzo, Liestal Switzerland

2004  Ricatto visivo, Galleria Pio Monti, Flash Art Fair, Milano                              

          I European’s Papers, Spazio Zero, Milano

          Yellow Pages et autre projets du Team 404, Musée d’art moderne et   

          Contemporain (Mamco), Geneva  

2005  Rouge, Galerie Jacques Cerami, Charleroi

          Grand Tour, MC Gallery, New York

          Some Papers, Politecnico Milano

          Carta Bianca, Galleria Le Nuvole, Montesarchio

2006   Ad Hoc, Sant’Agata De’ Goti

     No Justice Without Life, Palazzo Leopardi, Roma   

2007   Videofusion 1, Studio.ra Contemporanea, Roma

           Detroit’s 10th International film & video festival, Museum of New

           Art (Mona), Detroit

           Nouvelle Vague, Galleria FacSimile, Milano

           Il gioco del domino. Festival dei saperi. Collegio Cairoli. Pavia

           In contrattempo.La pittura malgrado tutto.Galleria d’Arte Moderna,

           Cento-FE   

2008   100E + ceramiche x il paradiso, Refettorio delle Stelline, Milano,

           Salone del Mobile, Milano,

           Museo Mic Faenza,

           Fondazione Orestiadi, Gibellina

           Museo di Marrakech, Marocco

           Ombres, Gallery MC, New York

           Pilares y Proyecciones, Pink House, Buenos Aires

2009   Pietro Finelli/Lello Torchia, The White Gallery, Milano

           Lo Sguardo Obliquo, Spazio Tadini, Milano

 

Progetti curatori ali:

 

 

1998/1999 Sassi per Duty, Galleria Seno, Milano (cat.)

 

          2000 Talking Heads, Padova (cat.)

 

          2000 Alleviare irrefrenabili impulsi, Collegio Cairoli Università di

 

                   Pavia (cat)

          2005 Some Papers, Politecnico Milano